Politica Estera

Yemen: Completion of necessary arrangements to accelerate the implementation of Riyadh Agreement

An official source at the Coalition to Restore Legitimacy in Yemen has announced that the preparation process to expedite the mechanism of implementation of the Riyadh Agreement was completed on December 10th, 2020.

It was agreed to form the Yemeni government with 24 ministers, including ministers of the Southern Transitional Council and various Yemeni political figures; the new government will be announced as soon as the implementation on the military perspective will be completed.
Regarding the security side, the source states the completion of the dedicated plans and the exit of the military forces from the capital Aden and their return to the fronts.

The Riyadh Agreement is a pact between the Legitimate Government of Yemen and the Southern Transitional Council (STC), was signed in November 2019 in Riyadh, under the patronage of The Custodian of the Two Holy Mosques King Salman bin Abdulaziz Al Saud, and His Royal Highness Prince Mohammed bin Salman bin Abdulaziz, Crown Prince, Deputy Prime Minister and Minister of Defense.

The Agreement is the final step of a long pathway of indirect dialogues mediated by Saudi Arabia, in order to achieve the necessary stability in Yemen. The agreement reaffirmed Saudi Arabia’s diplomatic, economic and military support for the people of Yemen and demonstrates the Kingdom’s commitment to achieving a lasting peace in Yemen, based on UNSC Resolution 2216, the GCC initiative and the outcomes of the National Dialogue.

Sources:

https://www.spa.gov.sa/viewstory.php?lang=en&newsid=2166940#  

https://www.saudiembassy.net/sites/default/files/Riyadh%20Agreement%20Fact%20sheet.pdf

 

Source: https://www.spa.gov.sa/viewstory.php?lang=en&newsid=2166940

ITA

Yemen: completate le disposizioni necessarie per accelerare l’implementazione dell’Accordo di Riyadh

Una fonte ufficiale della Coalizione per il Ripristino della Legittimità in Yemen ha annunciato che il processo di preparazione per velocizzare il meccanismo di implementazione dell’Accordo di Riyadh è stato completato in data 10 dicembre 2020.

Nell’accordo si stabilisce la formazione di un governo yemenita composto da 24 ministri che includono sia figure politiche yemenite, che ministri appartenenti al Consiglio di Transizione del Sud; la creazione del nuovo governo verrà annunciata non appena le disposizioni militari saranno completate.

Per quanto riguarda la sicurezza, la fonte conferma il completamento dei piani dedicati, l’uscita delle forze militari dalla capitale Aden e il loro ritorno al fronte.

L’ Accordo di Riyadh è un patto stipulato tra il governo legittimo yemenita e il Consiglio di Transizione del Sud, firmato nella città di Riyadh nel novembre 2019, sotto il patrocinio del Custode delle due Sacre Moschee Re Salman bin Abdulaziz Al Saud e Sua Altezza Reale il Principe Mohammed bin Salman bin Abdulaziz, Principe Ereditario, Vice Primo Ministro e Ministro della Difesa.

L’Accordo è l’ultima tappa di una lungo percorso fatto di dialoghi indiretti mediati dall’Arabia Saudita, allo scopo di raggiungere la stabilità necessaria in Yemen. Il patto riafferma il supporto diplomatico, economico e militare dell’Arabia Saudita nei confronti della popolazione yemenita e dimostra l’impegno del Regno nel raggiungimento di una pace duratura in Yemen, sulla base della Risoluzione 2216 del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite (UNSC), degli esiti del National Dialogue e dell’iniziativa del Consiglio di Cooperazione del Golfo (GCC).

 

Archivio Politica Estera