L'Ambasciata Informa

Mostra: "AlUla – Journey Through Time” apre a Roma

AlUla, regione di grande ricchezza storica e archeologica situata nel nord-ovest dell’Arabia Saudita, presenta a Roma “AlUla – Journey Through Time”, la mostra fotografica che mette in risalto i suoi principali siti culturali attraverso gli scatti del celebre fotografo canadese statunitense Robert Polidori.

La mostra, composta da 30 pannelli, sarà visitabile all’aperto, gratuitamente, nel centro di Roma, in Piazza San Silvestro, riqualificata su progetto dell’architetto Paolo Portoghesi e trasformata in una grande piazza pedonale, da giovedì 22 aprile a giovedì 13 maggio 2021.

Sarà un’ottima occasione per consentire ai cittadini di scoprire un’area ancora poco conosciuta nella quale si trovano testimonianze di oltre 200.000 anni di storia dell’evoluzione dell’essere umano: dalla preistoria fino ai giorni nostri passando per i misteriosi regni di Lihyan e Dadan, i nabatei e l’epoca romana.

“Ci auguriamo che i cittadini romani possano ancora una volta dare voce al loro desiderio di viaggiare per scoprire il mondo nel 2021, non ho dubbi che questa mostra fotografica ispirerà la scoperta di una delle destinazioni culturali più rilevanti del mondo”, ha commentato Phillip Jones, Chief Destination Management and Marketing Officer di Royal Commission for AlUla. Ha inoltre aggiunto: “Gli scatti di Robert Polidori sono un ottimo mezzo per avere un primo assaggio dei vasti paesaggi desertici e delle meraviglie geologiche di questa regione dell’Arabia Saudita. AlUla è un museo a cielo aperto che cela in sé molte storie di antiche civiltà ancora da raccontare. Recentemente sono ripresi gli scavi effettuati da squadre di archeologi, sia sauditi che internazionali, e sono state annunciate nuove scoperte di grande importanza”.

“AlUla non è che la punta di diamante di un patrimonio archeologico che ancora si cela nell’intera Penisola arabica. Questa ricca oasi carovaniera, che in epoca preislamica ha visto susseguirsi le culture Dadanita, Lihyanita, Nabatea e Romana, per oltre un millennio è stata parte di una complessa e articolata rete internazionale di centri carovanieri e porti marittimi”, ha commentato il Prof. Romolo Loreto

Archeologo, Professore Associato, Università degli Studi di Napoli – L’Orientale, “Queste realtà, che svilupparono complesse società basate sulla regalità, determinarono quel fenomeno noto come commercio degli aromi e delle spezie che dall’Arabia Felix giungevano in tutto il Mediterraneo, e dall’Egitto alla Mesopotamia, contribuendo al diffondersi di idee, culti, mode e tradizioni culturali prima Vicino orientali e poi ellenistico- romane. Oggi questi siti empestano le regioni apparentemente desertiche della Penisola arabica, rivelando il profondo legame con le società limitrofe, nonché con i più lontani porti del Mediterraneo e dell’India.”

La mostra è stata organizzata dalla Royal Commission for AlUla, con il sostegno dell'Ambasciata Reale dell'Arabia Saudita a Roma.

Archivio L'Ambasciata Informa