sabato
3 Muharram 1439 - 23 settembre 2017

Dimensione dei caratteri

Reale Ambasciata dell'Arabia Saudita - Roma

Notizie in evidenza

L'ARABIA SAUDITA PRENDE ATTO DELLA  DECISIONE DELLA CORTE DEL REGNO UNITO SULLA VENDITA DI ARMI martedì 11 luglio 2017

L'ARABIA SAUDITA PRENDE ATTO DELLA DECISIONE DELLA CORTE DEL REGNO UNITO SULLA VENDITA DI ARMI

L’Alta Corte Britannica recentemente adita dall’organizzazione  “Campaign Against the Arms Trade” , la quale ha richiesto a quest’ultima di imporre al governo britannico la sospensione della vendita di armi inglesi all’Arabia Saudita, ha emesso in data 10 luglio una sentenza in cui la stessa si è pronunciata invece a favore della condotta del governo britannico, respingendo l’istanza della parte atttrice che sosteneva di essere in possesso di chiare prove da parte di ONG e enti internazionali  circa un rischio chiaro di serie violazioni delle leggi umanitarie internazionali da parte della colazione a guida Saudita impegnata in operazioni militari dagli inizi del 2015 in Yemen contro le milizie Houthi; in particolare la parte attrice indicava la responsabilità del Segretario di Stato Britannico per il Commercio Internazionale nell’aver consentito l’esportazione di armi a tale coalizione. Nell sua sentenza, l’Alta Corte Britannica ha affermato che il Segretario di Stato ha potuto fare ricorso a sofisticate fonti di informazioni che non sono invece disponibili per la parte attrice.

In particolare, la Corte ha sentenziato che:  “(...)l materiale probatorio secretato e non secretaton  ha dimostrato che il Segretario di Stato è ragionevolmente  giunto alle seguenti conclusioni: (i) la Coalizione non ha preso deliberatamente a bersaglio i civili; ii) sono stati  messi in atto da parte saudita processi e procedure per garantire il rispetto dei principi del diritto internazionale umanitario; (iii) la Coalizione ha investigato su episodi controversi, compresi  quelli che hanno coinvolto vittime civili; iv) le autorità saudite si sono costantemente impegnate in un dialogo costruttivo con il Regno Unito sia per quanto riguarda le procedure che per quanto concerne gli episodi che hanno destato preoccupazione; V) l'Arabia Saudita è stata e rimane realmente impegnata a rispettare il diritto umanitario internazionale; e vi) non vi è stato “ rischio reale "che ci possano  essere state" gravi violazioni "di diritto internazionale umanitario (nelle sue diverse manifestazioni) tali da spingere il Regno Unito a sospendere o annullare  la vendita delle proprie armi all’Arabia Saudita ai sensi del Criterio  2c.”

 

Fonte: Alta Corte Britannica