giovedì
2 Rajab 1438 - 30 marzo 2017

Dimensione dei caratteri

Reale Ambasciata dell'Arabia Saudita - Roma

News dal paese

Sforzi umanitari internazionali coordinati dall’Arabia Saudita per far fronte all’emergenza sanitaria dei bambini nello Yemen lunedì 6 marzo 2017

Sforzi umanitari internazionali coordinati dall’Arabia Saudita per far fronte all’emergenza sanitaria dei bambini nello Yemen

La Saudi Press Agency ha diramato un comunicato in cui si rende noto che, in base ad un rapporto del Consiglio di Sicurezza ONU, il livello di deterioriamento della situazione sanitaria nello Yemen, ed in particolare quella dei bambini, è raddopiato dalla  presa del potere a Sanaa delle milizie Houthi e delle forze fedeli al deposto Presidente Saleh. Il consistente peggioramento dei servizi generali del Paese è stato sensibilmente significativo nel settore sanitario,  dove le predette milizie  hanno  impedito la fornitura di assistenza medica e distrutto diverse strutture e organizzazioni mediche.

 Il rapporto del Consiglio di Sicurezza ha documentato le violazioni delle milizie che utilizzano ospedali, cliniche e strutture mediche per scopi militari, e ha accertato 59 incidenti, attribuibili alle forze ribelli, tra cui attacchi a 34 ospedali in Aden e Taiz.  Di recente, è stata impedita al  Sottosegretario delle Nazioni Unite per gli Affari Umanitari Stephen O'Bryan l’ispezione delle strutture mediche e sanitarie  presso la città di Taiz, assediata dalle milizie Houthi.

Per far fronte a questa situazione, il Centro Re Salman per il Soccorso e l’Assistenza Umanitaria (KSRELIEF) coordina degli sforzi  internazionali per la riabilitazione delle strutture e del settore sanitario in generale in Yemen, attraverso l’attuazione di programmi strutturati  per la fornitura di servizi medici.

 In collaborazione con l’UNICEF, il KSRELIEF ha finanziato e gestito l’apertura di centinaia di centri  per la cura della malnutrizione acuta, e ha attivato diverse squadre mobili che forniscono cure mediche nelle zone piu’ remote.

 

In collaborazione con l’Organizzazione Mondiale per la Sanita’ (WHO), il Centro Re Salman è riuscito a garantire il funzionamento delle strutture essenziali per la gestione delle emergenze, come sale operatori e incubatrici, sistemi di raffreddamento per i vaccini e le banche del sangue,  attraverso la fornitura di 1.300.000 litri di carburante per 88 ospedali e 19 strutture sanitarie sparse in tutto lo Yemen.

 Il Centro ha inoltre fornito servizi per le donne in gestazione e cure post-parto per 222.659 donne, 12.000.000 vaccini per i bambini yemeniti contro il morbillo, rosolia,  tetano e  pertosse, e ha contribuito al contenimento dell’epidemia di febbre dengue attarverso un sistema di segnalazione elettronica per i focolai di malattie infettive.

 

Fonte: Saudi Press Agency

Indietro
Avanti