Politica Estera

HRH Crown Prince Announces: “The Saudi Green Initiative and The Middle East Green Initiative”

“The Saudi Green Initiative and The Middle East Green Initiative:“, the two initiatives that are to be launched soon, aim to chart a path for the Kingdom of Saudi Arabia and the region in protecting the planet, by clearly defining an ambitious road map that rallies the region and significantly contributes to achieving global targets in confronting climate change.

HRH the Crown Prince noted, as a leading global oil producer, the Kingdom fully recognizes its share of responsibility in advancing the fight against the climate crisis. Just as the Kingdom underpinned energy markets during the oil and gas era, it is going to become a global leader in forging a greener world.

HRH the Crown Prince added, The Kingdom and the region face significant climate challenges, such as desertification, an immediate economic risk to the Kingdom and the region (USD 13Bn is currently lost due to dust storms in the region every year), Air pollution from greenhouse gases also is estimated to have shortened average Saudi life expectancy by 1.5 years. We will work through The Saudi Green Initiative to raise vegetation cover, reduce carbon emissions, combat pollution & land degradation, and preserve marine life, this initiative will include a number of ambitious initiatives; most notably the planting of (10 billion) trees within the Kingdom in the upcoming decades, the equivalent to rehabilitating roughly (40 million) hectares of degraded lands, translating to a 12-fold increase from current tree covers, this represents the Kingdom‘s contribution of more than (4%) in achieving the goals of the global initiative to limit the degradation of lands and fungal habitats, and (1%) of the global target to plant (1 trillion) trees.

The Kingdom will also work to raise the percentage of protected areas to more than (30%) of its total land area, representing roughly (600,000) square kilometers, exceeding the current global target of (17%), in addition to launching a number of ambitious initiatives to protect Marine and Coastal Environments.

HRH the Crown Prince further added, the Saudi Green Initiative will also work to reduce carbon emissions by more than (4%) of global contributions, through an ambitious renewable energy program that will generate (50%) of the Kingdom’s energy from renewables by 2030, and several other projects in the fields of clean hydrocarbon technologies, estimated to eliminate more than (130 MT) of carbon emissions, alongside raising the rate of waste diversion from landfills to reach 94% in the Kingdom.

HRH Crown Prince Mohammed bin Salman further announced, whilst there is still a lot more to be done, the Kingdom is determined to make a lasting global impact, we will start working on The Middle East Green Initiative in coordination with neighboring and sister countries of the Gulf Cooperation Council (GCC) states and Middle Eastern countries to plant an additional (40 billion) trees in the Middle East, This overall regional (50 billion) tree planting program is the largest reforestation program in the world, twice the size of the Great Green Wall in the Sahel (the second largest such regional initiative). This project, will restore an area equivalent to (200 million) hectares of degraded land, representing (5%) of the global target of planting (1 Trillion) trees and reducing (2.5%) of global carbon levels.

HRH further added, today the share of clean energy production in the Middle East doesn’t exceed 7%, and technologies used in hydrocarbon production in the region are not efficient, therefore the Kingdom will work with regional partners to transfer our knowledge and share our experiences, which will contribute to reducing carbon emissions resulting from hydrocarbon production in the region by more than (60%), adding that these joint efforts and various other initiatives, will achieve a reduction in carbon emissions by more than (10%) of global contributions.

HRH the Crown Prince further highlighted that these two initiatives are a continuation of the environmental efforts in the Kingdom over the past few years in line with our Vision 2030, these two initiatives are a testimony of the Kingdom’s serious desire to address the environmental challenges it has faced, from increase in temperatures and dust waves to low levels of rain and desertification, in this regard the Kingdom has carried out a comprehensive restructuring of the environmental sector, established The Environmental Special Forces in 2019, raised the percentage of natural reserves from (4%) to more than (14%) and increased vegetation cover by (40%) in the past 4 years, the kingdom was also able to achieve the most efficient levels of carbon emission of hydrocarbon producing countries, alongside other initiatives that have already started on the ground and resulted in tangible positive results for the environment. This is all part of the Kingdom’s efforts to promote public health and raise quality of life for its citizens and residents.

HRH the Crown Prince noted, at a global level, these initiatives emanate from the Kingdom‘s leadership role towards common international issues, and a continuation of Kingdom’s efforts to protect the planet during its presidency of the G20 summit last year, in which a dedicated environmental declaration was issued, concept of Circular Carbon Economy were adopted, and the first environmental taskforce was established, alongside the launching of two global initiatives to reduce land degradation and protection of coral reefs.

HRH Crown Prince Mohammed Bin Salman concluded his statement by saying: “I am proud to announce the Saudi and Middle East Green Initiatives, but this is only a start.

The Kingdom, the region and the world needs to go much further and faster in combatting climate change. Given our starting point, beginning this journey to a greener future has not been easy.

But in line with our overall modernization philosophy, we are not avoiding tough choices.

We reject the false choice between preserving the economy and protecting the environment.

Climate action will enhance competitiveness, spark innovation, and create millions of high-quality jobs. Young people, both in the Kingdom and the world, are demanding a cleaner, greener and more inclusive future, and we owe it to them to deliver on this.

And the Kingdom will work with all international partners to further develop these two initiatives and the various programs and timelines entailed in them.”, noting that details of the Saudi Green Initiative are going to be announced in following next few months, and a global forum with international partners for the Middle East Green Initiative will be launched and held in the second quarter of next year.

 

 

Prospettiva generale sulle due iniziative “Saudi Arabia Green Initiative” e “Middle East Green Initiative”

 Introduzione:

- L’interesse del Regno dell’Arabia Saudita a proteggere l’ambiente, combattere il cambiamento climatico ed affrontare le sfide ambientali nella regione, rappresentate dall’innalzamento delle temperature, dalla diminuzione della percentuale delle piogge, dall’aumento delle tempeste di sabbia e della desertificazione, il che ha fatto sì che tali sfide rappresentino una minaccia economica alla regione.

- Annunciamo oggi le due iniziative “Saudi Arabia Green Initiative” e “Middle East Green Initiative”, le quali tracceranno l’orientamento del Regno e della regione nella protezione della terra e della natura, inserendole in una road map con punti di riferimento chiari ed ambiziosi che contribuiscono in maniera significativa alla realizzazione degli obiettivi mondiali per combattere il cambiamento climatico.

- L’annuncio di oggi mira a combinare gli sforzi ed iniziare a lavorare con gli Stati della regione per giungere al quarto trimestre di questo anno con piani dettagliati per le iniziative e con i meccanismi per realizzarle, al fine di consolidare la salute pubblica e aumentare il livello della qualità della vita dei cittadini e dei residenti nella regione.

--------

Che cos’è la Saudi Arabia Green Initiative?

- Si tratta di un’ambiziosa iniziativa nazionale del Regno dell’Arabia Saudita, che mira a migliorare la qualità della vita ed a proteggere le generazioni future. Essa include numerosi obiettivi, ovvero: l’aumento del livello di copertura vegetale, la riduzione delle emissioni di carbonio, la lotta all’inquinamento e al deterioramento dei terreni, la conservazione della fauna marina.

- Essa conterrà un numero di iniziative ambiziose, tra cui:

1. la messa a dimora di dieci miliardi (10.000.000.000) di alberi nel Regno dell’Arabia Saudita;

2. la riduzione delle emissioni di carbonio con una percentuale che supera del 4% la percentuale rappresentata dai contributi a livello mondiale;

3. un piano di progetti per le energie rinnovabili che aumenterà la quota di energia pulita all’interno della produzione energetica nel Regno dallo 0,3% al 50% entro il 2030.

--------

Che cos’è la Middle East Green Initiative?

- Si tratta di una iniziativa regionale che mira a coordinare gli sforzi e ad accompagnare gli sviluppi regionali ed internazionali, lanciata dal Regno dell’Arabia Saudita come road map regionale, per contribuire in maniera significativa alla realizzazione degli obiettivi mondiali per fronteggiare il cambiamento climatico, attraverso una serie di azioni, tra cui:

* il miglioramento dell’efficienza delle tecniche legate agli idrocarburi nella regione;

* il lancio del più grande piano di rimboschimento del mondo, mirante a coltivare cinquanta miliardi (50.000.000.000) di alberi nella regione del Medio Oriente, pari al 5% dell’obiettivo mondiale di mettere a dimora un trilione di alberi, con una diminuzione del 2,5% delle emissioni mondiali di carbonio; tali sforzi congiunti contribuiranno a realizzare la diminuzione delle emissioni di carbonio con una percentuale che supera del 10% la percentuale rappresentata dai contributi a livello mondiale.

--------

Il meccanismo di lavoro della Middle East Green Initiative

- Essa sarà attuata in partenariato con i Paesi fratelli del Consiglio di Cooperazione del Golfo ed i Paesi del Medio Oriente, in collaborazione con tutti i Paesi e le organizzazioni alleate che ambiscono a lavorare insieme ad essi per realizzare gli obiettivi della Middle East Green Initiative.

- Siamo pienamente consapevoli delle sfide che sta affrontando la regione, in termini di scarsità di risorse idriche, finanziarie, tecnologiche e delle difficoltà a livello geografico. Per questo, il Regno dell’Arabia Saudita lavorerà in partenariato con i Paesi della regione per la ricerca di meccanismi ed opportunità di finanziamento delle iniziative dei Paesi con scarse risorse; per la condivisione di tecnologie ed esperienze tra i Paesi al fine di ridurre le emissioni di carbonio derivanti dalla produzione di petrolio nella regione; per la creazione di tecniche innovative di irrigazione, dalle acque purificate all’irrigazione a pioggia ad altri sistemi; per trovare altre soluzioni, tra cui la messa a dimora di alberi adatti alla regione che dipendano dall’irrigazione per soli tre anni per poi necessitare soltanto dell’irrigazione naturale per la crescita. La conferenza affronterà le eventuali sfide che si porranno dinanzi alla realizzazione degli obiettivi di dette iniziative e lo sviluppo di soluzioni per affrontarle.

--------

I risultati conseguiti dal Regno dell’Arabia Saudita negli anni precedenti:

- Il Regno dell’Arabia Saudita ha completamente ristrutturato il settore ambientale.

- Il Regno dell’Arabia Saudita ha creato delle forze dedicate alla sicurezza ambientale nel 2019.

- Il Regno dell’Arabia Saudita ha aumentato la percentuale di copertura delle riserve naturali dal 4% ad oltre il 14% del territorio del Regno.

- Il Regno dell’Arabia Saudita ha aumentato la copertura vegetale sul suo territorio del 40% durante gli ultimi quattro anni.

- Il Regno dell’Arabia Saudita è stato in grado di raggiungere il livello migliore di emissioni di carbonio tra i Paesi produttori di petrolio.

- Il Regno dell’Arabia Saudita è stato in grado di produrre ed esportare con successo 40 tonnellate di ammoniaca blu, nell’ambito dell’individuazione di soluzioni innovative per produrre energia pulita.

- Il Regno dell’Arabia Saudita ha lanciato uno dei maggiori progetti per la produzione di idrogeno verde a livello mondiale nella località di Neom, per un valore di 5.000.000.000 (cinque miliardi) dio dollari USA, con una produzione di 650 tonnellate al giorno.

--------

Dati salienti:

- Si stima che ogni anno 13.000.000.000 (tredici miliardi) di dollari vengono drenati a causa delle tempeste di sabbia nella regione.

- A partire dal XIX secolo le tempeste di sabbia sono aumentate del 25% nel mondo.

- Si stima che le barriere coralline sono a rischio di estinzione entro il 2050.

- Si stima che l’inquinamento dell’aria derivante da gas serra riduce la vita media dei cittadini di un anno e mezzo.

- La quota di energia pulita prodotta attualmente in Medio Oriente non supera il 7%.

Archivio Politica Estera