mercoledì
30 Rabi' al-thani 1439 - 17 gennaio 2018

Dimensione dei caratteri

Reale Ambasciata dell'Arabia Saudita - Roma

Informazioni sul Paese L'Islam I cinque pilastri dell'Islam

L'Islam

I cinque pilastri dell'Islam

Ogni musulmano deve rispettare cinque obblighi prioritari, che rappresentano i fondamenti di fede dell'Islam.

Shahada, la professione della fede, è il primo fondamento dell'Islam. I musulmani celebrano l'unicità del Creatore recitando il credo "Non vi è Dio se non Allah e Muhammad è il suo Profeta." Questa semplice, ma profonda affermazione esprime la completa e definitiva accettazione da parte del credente e il suo impegno verso l'Islam.

Salat, la preghiera, secondo fondamento dell'Islam, rappresenta la convinzione della grazia concessa ad ogni fedele di godere di un rapporto personale e diretto con Dio. I musulmani di tutto il mondo si rivolgono individualmente e coralmente in direzione di Makkah, la Città Sacra dell'Islam, per pregare cinque volte al giorno, all'alba, a mezzogiorno, nel pomeriggio, al tramonto ed alla sera. Nella giornata di venerdì si svolge, inoltre, la funzione religiosa.

Si può pregare anche da soli, sebbene sia ritenuto più proficuo unirsi ad altri credenti in condivisione di fede. E' consentito pregare a casa, al lavoro o anche all'aperto. La moschea è comunque ritenuta luogo privilegiato per la celebrazione della preghiera.

Zakat, decima prescritta dal Sacro Corano, è il terzo fondamento. La responsabilità sociale è considerata parte dei doveri della persona nei confronti del Creatore. Per tale ragione la Zakat rappresenta un atto obbligatorio, consistente nella elargizione di una determinata quota della ricchezza del musulmano a favore dell'intera comunità, ed in particolare dei suoi membri più bisognosi. Corrisponde al 2,5 per cento del reddito annuale pro capite, esclusi i debiti e le spese per la famiglia.

Sawm, il digiuno del mese sacro di Ramadan, è il quarto fondamento dell'Islam. Prescritto dal Sacro Corano, il digiuno rappresenta un esercizio di controllo sugli stimoli fisici che apre ad un più profondo rapporto con Dio, oltre ad accrescere la sensibilità nei confronti delle sofferenze degli indigenti. Il Ramadan, il mese durante il quale ebbe inizio la rivelazione del Sacro Corano al Profeta Muhammad, comporta un'astinenza totale da cibo, bevande ed altri piaceri dei sensi, dall'alba al tramonto. Ma il Ramadan è anche un mese gioioso. I musulmani interrompono il digiuno al tramonto con un pasto speciale, l'iftar. Alla preghiera della sera seguono i riti notturni del tarawith, a conclusione dei quali i credenti si radunano nelle strade e nelle piazze per gioire insieme.

Gli ultimi tre giorni del Ramadan sono dedicati alle celebrazioni di Eid Al-Fitr, la festa con la quale termina il digiuno. Rappresenta l'occasione per le riunioni di famiglia, ma è anche la festa preferita dai bambini.

Hajj, il pellegrinaggio a Makkah, è il quinto fondamento e la manifestazione più alta della fede e della unità islamica nel mondo. Per i credenti che sono fisicamente ed economicamente in grado di affrontare il viaggio verso la Makkah, l'Hajj rappresenta un dovere da svolgere una volta nella vita e rappresenta l'apice della vita religiosa.

L'Hajj costituisce un importante raduno spirituale che ogni anno raccoglie nella Città Sacra oltre due milioni di musulmani provenienti da ogni parte del mondo.

Compiendo l'Hajj, il credente ripercorre il cammino di fede ed il rituale che il Profeta Muhammad completò nel suo ultimo pellegrinaggio. A conclusione del pellegrinaggio, si celebra Eid Al Adha, tale festività dura cinque giorni.

I cinque pilastri dell'Islam definiscono l'identità dei musulmani, la loro fede, le tradizioni e le pratiche religiose, ed uniscono una comunità mondiale di credenti in uno stretto legame fondato su valori e ideali comuni.